Polpetta Lokale Gastronomie, un sogno a forma di cibo che porta la Puglia ad Amsterdam

Cibo, bici e stile di vita eco-sostenibile sono le certezze da cui Daniela è partita per dare vita al suo sogno: aprire un food business ad Amsterdam.

Barese, trapiantata in Olanda dal 2019, con il nome di Polpetta Lokale Gastronomie’ prepara e consegna cibo pugliese a bordo di una bici cargo chiamata Teresa, in onore di sua mamma.

Nel 2017, mentre vive in California, nasce l’idea di trasformare la passione per il cibo nel suo lavoro. Poi la vita prende direzioni diverse e quell’idea rimane in un angolo remoto, fino allo scorso anno.

“Il progetto ha preso forma in un periodo abbastanza buio della mia vita, durante l’ennesimo lockdown. Avevo da poco perso mia nonna, che non ho potuto neanche salutare, e il ristorante per cui lavoravo mi aveva ridotto le ore di lavoro. Vivevo un presente molto triste e ho deciso di passare il tempo a casa, concentrandomi sul futuro in modo costruttivo. Ho riaperto quel cassetto mentale chiuso quattro anni prima e con esso anche i file che avevo sul PC. Ho iniziato a programmare tutti gli aspetti burocratici, logistici e manageriali del progetto e in quattro mesi sono riuscita a rendere reale ciò che prima era solo una stramba idea: portare cibo di qualità e far conoscere le tradizioni pugliesi a chi non è stato fortunato come me. Ho usato i miei rispiarmi e sono partita con l’attività”.

 

UN NOME INTERNAZIONALE

Dietro al progetto c’è unicamente Daniela, che ne ha curato personalmente ogni fase, dall’ideazione, alla realizzazione, fino alla scelta del nome. Quest’ultima avvenuta in due momenti diversi.

“L’idea di usare le parole LOKALE GASTRONOMIE è nata molto tempo fa quando ho capito che entrambe sono importanti per spiegare il mio progetto e soprattutto perché sono intuibili in moltissime lingue diverse (italiano, olandese, inglese, francese, spagnolo, tedesco, portoghese). POLPETTA invece è stato aggiunto poco prima dell’iscrizione alla Camera di Commercio. Polpetta è il mio soprannome sin dai tempi del liceo, sono sempre stata chiamata così dagli amici ed è un nome divertente che molti non italiani ricordano facilmente”.

BOX APERITIVO E PANZEROTTI

La formula proposta è quella della box, perfetta per l’aperitivo o la pausa pranzo. Ognuna racchiude i sapori autentici della tradizione pugliese e le materie prime di qualità, prodotte da contadini del territorio. Salame dolce, capocollo DOP di Martina Franca e formaggio Don Carlo sono solo alcune delle prelibatezze tra cui scegliere. Non manca la proposta vegana con humus di cicerchia o ceci neri, conserve di verdure all’olio, olive baresane e selezioni di taralli. Alle box si aggiungono alcune specialità realizzate direttamente da Daniela.

 “Diciamo che i panzerotti mi riescono particolarmente bene grazie alla mia docente preferita, mamma Teresa. Per eventi particolari li ho anche adattati a gusti asiatici e non solo, ma i miei preferiti sono sempre quelli classici, pomodoro e mozzarella oppure quelli con la mia amata ricotta squant! Mi piace creare però anche le box aperitivo che vendo in diversi formati e con diversi ingredienti adattati alle occasioni”.

 GLI OLANDESI E LA RICOTTA FORTE

Nelle parole di Daniela Amsterdam è una città aperta a tutte le culture gastronomiche, dove è possibile provare ogni tipo di cucina e apprezzare gusti e sapori diversi.

“Gli olandesi sono molto aperti ad assaggiare ingredienti e ricette nuove, molti miei clienti hanno di fatto assaggiato sapori nuovi, come per esempio la ricotta forte, che uso nel calzone di cipolla barese o la meravigliosa cicerchia e il cece nero delle Murge. Ma apprezzano di tutto: il rustico leccese, le mandorle di Toritto, le olive Termiti, il caciocavallo e molti altri prodotti eccezionali della nostra meravigliosa terra. Ho comunque la fortuna di avere clienti di tantissime nazionalità diverse e di questo ne sono estremamente contenta. Il cibo unisce tutti e ad Amsterdam, c’è gente di tutto il mondo, residenti qui e non”.

 L’OLANDA E LA PUGLIA NEL CUORE

 L’amore per l’Olanda scoppia dieci anni fa, quando si trasferisce per la prima volta ad Amsterdam con il suo fidanzato di allora, oggi marito. Da subito cresce il desiderio da parte di entrambi di vivere in quella città in maniera permanente. E dopo sette anni e quattro nazioni nel mezzo ci riescono. Ma la Puglia ha sempre un posto speciale nel suo cuore.

“Il mio rapporto con la Puglia è intimo e unico. Non c’è giorno in cui non ne parli, che sia per lavoro o per chiacchiere amichevoli. La porto sempre con me, ovunque io sia, nel cuore ma anche sulla pelle (ho un tatuaggio di un magnifico ulivo pugliese sul braccio)! Quello che più mi manca, oltre agli affetti, sono sempre stati il cibo e il mare. Col primo ho quasi risolto, con il secondo purtroppo…”

IL FUTURO CONDIVISO E L’AMORE PER IL CIBO

 “L’obiettivo futuro non posso definirlo. Ho molte idee ma non so quali verranno realizzate, come e quando. Durante la mia vita ho imparato a lasciare sempre aperte porte diverse, ciò di cui però sono certa è che sono vogliosa di collaborare con gente entusiasta, che crede fortemente come me al valore del cibo, a un modo sostenibile di vivere e di mangiare. Perché il cibo è potente e tendiamo sempre a scordarlo, dandolo per scontato”.

 

 

 

Gallery

ADV

Leggi anche:

Menu