Roberta Ranieri, in arte “Qualcosa di Erre” s’ispira alla Puglia per le sue illustrazioni

Protagonista e fonte di ispirazione dei suoi lavori è la Puglia. Lei è Roberta Ranieri, in arte Qualcosa di Erre, una giovane illustratrice e lettering artist barese. Il progetto, nato nel 2016, è un raccoglitore delle sue sfumature e dei suoi interessi: l’illustrazione, il lettering, la scrittura creativa e il disegno. Mixando tecniche tradizionali e digitali racconta con le immagini tutto ciò che sa di casa, calore e accoglienza. Il ricettario ‘E vedi che ti mangi – cucina e sentimenti di Puglia in 20 ricette illustrate’ e la capsule collection di carte da parati sono alcuni tra i progetti che Roberta ha dedicato alla sua terra.

“La Puglia è sempre protagonista dei miei lavori. Penso alle mie stampe illustrate, alle ricette del cuore, che creo su commissione e che spesso appartengono alla mia Regione. Mi piace anche curare la visual identity di business pugliesi, creando per loro bigliettini da visita illustrati, loghi, etichette e packaging ispirati proprio alle nostre tradizioni e simboli”.

UN PERCORSO LONTANO DALL’ARTE

Sin da piccola ama disegnare, matite e pennarelli sono il primo pensiero del mattino, ma quando si trova a dover scegliere il percorso formativo non considera questa sua grande passione. Al liceo linguistico, quindi, segue il corso di laurea in scienze della comunicazione. Scelte che, nonostante la lontananza dal mondo artistico, secondo Roberta sono state utili a condurla fin qui. Ma la passione rimane viva, tanto che, dopo la laurea, decide di frequentare il corso biennale professionale di Illustrazione presso la scuola Pencil Art di Bari.

“Non ho mai tenuto in considerazione l’idea di poter davvero fare un lavoro del genere, non avevo dei punti di riferimento degli esempi vicino a me che mi facevano capire che effettivamente lavorare nel mondo dell’arte era possibile e che il disegno poteva essere anche qualcosa di più di una semplice passione. Solo dopo aver concluso il percorso universitario, nella classica fase del ‘cosa voglio fare da grande’ sono tornata spontaneamente ad avvicinarmi al disegno e all’arte. Da lì quella che è sempre stata una passione è diventato un lavoro a tempo pieno”.

IL LEGAME CON LA PUGLIA

Di recente la sua vita si è spostata vicino Milano. Una scelta per nulla facile, né programmata, ma dettata dal bisogno di seguire l’amore. Nonostante questo la Puglia e soprattutto Bari, la sua città, continuano a essere un rifugio, oltre che la sua più grande fonte d’ispirazione.

“Nel 2020 è proprio nata in me la voglia di creare una collezione specifica per la Puglia che ho chiamato Radici. La mia terra in quel caso è stata proprio la musa ispiratrice di un’intera collezione di prodotti che comprendevano ricettario, presine e stampe.  L’obiettivo era quello di portare un po’ di Puglia a casa di chi ama questa regione, di regalare un ricordo, un’emozione agli studenti fuori sede o a chi ha origini pugliesi, ma vive lontano”.

IL RICETTARIO AUTOPRODOTTO

Il pezzo forte della collezione Radici è senza dubbio il ricettario, una raccolta scritta, illustrata, prodotta e finanziata da Roberta. Nato per soddisfare una sua esigenza, quella di raccogliere le ricette di famiglia, è poi diventato un prodotto apprezzato e richiesto da molti. Un investimento personale che però le ha regalato grandi soddisfazioni, tanto da aver venduto più di 600 copie, spedite anche oltre Oceano.

“Ho iniziato a lavorare al ricettario illustrato ‘E vedi che ti mangi’ durante il primo lockdown, quindi a marzo del 2020, e illustrazione dopo illustrazione ho immaginato una raccolta di ricette composta principalmente da tutti quei piatti che da un giorno all’altro non potevo più gustare in riva al mare o a casa di nonna. Devo dire che dipingere in quel periodo è stato liberatorio. L’illustrazione mi ha salvata, è stato per me quasi poter mettere i piedi fuori casa e viaggiare”.

LA CARTA DA PARATI DEDICATA ALLA PUGLIA

Nel 2021 arriva la collaborazione con due aziende italiane, Tale of Tiles e Style Edition, che le consente di creare la sua prima capsule collection di carte da parati ispirata alla sua terra. Tre pattern differenti in cui Roberta immagina un viaggio verso sud, un mondo botanico e onirico, ma allo stesso tempo gustoso e infine delle maioliche che raccontano quello che è Puglia: cibo, colore, terra, mare, vita.

“Quando mi è stata proposta questa opportunità ho pensato immediatamente di creare qualcosa dedicato alla Puglia, di raccontare il mondo del cibo, delle tradizioni, dei simboli attraverso l’utilizzo dell’acquerello. Ho immaginato pareti piene di queste sfumature, di accumuli di colore e velature che solo una tecnica del genere può regalare. Ogni carta è prodotta in Italia con inchiostri ecologici ed è per me un sogno immaginare di aver dato a tutti la possibilità di avere la Puglia sulle pareti di casa, nel proprio bed and breakfast, negozio o ristorante”.

NEL FUTURO LA PUGLIA E L’ILLUSTRAZIONE

Piuttosto che guardare lontano, Roberta preferisce coltivare idee da realizzare nel breve termine e intanto festeggia i suoi successi.

“Un bel traguardo per esempio all’inizio di quest’anno è stato creare un sito tutto mio in cui poter raccontare la mia storia e accogliere chi è interessato al mio lavoro. Mi piacerebbe in un futuro, non troppo lontano, poter lavorare a un nuovo libro illustrato. E sì, poter collaborare con sempre di più brand pugliesi per poter dare il mio tocco illustrato alla loro realtà”.

Gallery

ADV

Leggi anche:

Menu